top of page

Ultimi eventi

Eventi di presentazione di nuovi libri e autori

– novembre 2023

Gli eventi dei cicli "Opere Prime", "Nuove Uscite" e "Retrospettive" sono liberi e aperti a tutti, salvo prenotazione accedendo alla scheda dell'evento dal tasto PRENOTA.

La videoregistrazione integrale degli eventi è a disposizione dei soci nella sezione RISORSE del sito.

Innocenti.jpeg
Innocenti - Lacrime di Babirussa.jpeg

Coordina:

Valerio Massaroni

Presenta:

Antonio F. Perozzi

Interviene l'autore

OPERE PRIME

Sabato

25 novembre '23

ore 18

Libreria Panisperna – Roma

RICCARDO INNOCENTI

LACRIME DI BABIRUSSA

Per il ciclo "Opere Prime" presentazione del libro "Lacrime di babirussa" di Riccardo Innocenti (NEM Editore, 2022) alla Libreria Panisperna di Roma.

Proprio la gabbia – insieme a termini che la implicano fortemente, quali «ostaggio», «trappola», «schiavo», «schiavitù»– è il centro vuoto e l’asse esistenziale del libro: nonostante la presenza di esterni (…) ci si muove in un orizzonte claustrofobico, che appare condiviso e variamente rappresentato da un’intera generazione. (…) Tra tutte le gabbie, quella più prossima e opprimente è il proprio corpo, che sembra aver perso ogni volontà di proiezione nella trascendenza; meglio ancora, è la stessa gabbia toracica, catacresi che nel suo tenore e nel suo veicolo sembra condensare o comprimere l’intero libro. Stare dentro un orizzonte claustrofobico è tutt’uno con la difficoltà di respirare, come sa chiunque abbia vissuto periodi di ansia, panico o depressione, in cui sembra impossibile avere pieno controllo sul proprio respiro («tali stati d’animo sono generati dall’aria che respiri», p. 13). Non è un caso che le pratiche di meditazione partano proprio dalla disciplina del corpo e del respiro per tentare di ristabilire un’osmosi fra l’individuo e la totalità che lo circonda, fino a rendere porosi i confini della persona. Innocenti però propone una soluzione opposta e nichilista, la cessazione del respiro: in una sequenza omogenea ma distribuita a intervalli, in apertura a ogni sezione, segnalata dal corsivo e solcata da ossessive ricorrenze lessicali, egli manomette i messaggi motivazionali delle campagne antifumo, sostituendo «respirare» a «fumare». L’effetto è paradossale e straniante:

 

una volta eliminata la sensazione di perdita e di sacrificio potrai riprendere in considerazione la salute, il denaro, l’amore e le altre ragioni per cui hai deciso di smettere.

 

—Davide Castiglione

Riccardo Innocenti (Grosseto, 1992) è dottorando di ricerca in Filologia e Letteratura italiana presso l’Università per Stranieri di Perugia, dove vive. "Lacrime di babirussa" è la sua raccolta poetica d’esordio.

bottom of page